1° Maggio – La nostra Festa Cafona


« In capo a tutti c’è Dio, padrone del cielo. Questo ognuno lo sa. Poi viene il principe di Torlonia, padrone della terra. Poi vengono le guardie del principe. Poi vengono i cani delle guardie del principe. Poi, nulla. Poi, ancora nulla. Poi, ancora nulla. Poi vengono i cafoni. E si può dire ch’è finito. » (da “Fontamara”Ignazio Silone)

La situazione è questa tutt’oggi, ma per il 1° Maggio a Roma si fa il gran Concertone‎…qua la buttiamo in musica…c’è un’infinità di persone che contano su questo nostro farci una cantata in coro e ogni volta non manchiamo di deluderli, sarà meglio di San Remo e costerà pochi soldi. Forse interviene anche il Sindaco, che ovviamente è stato invitato in questo culo e camicia generale….ma è sempre sperabile un uragano di vento e pioggia torrenziale su questa cosa inutile e soporifera per festeggiare il lavoro che non c’è più e buttare in retorica festaiola la carne viva che va in malora.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: